Fattura Elettronica

A partire dal 1° gennaio 2019, tutti i soggetti residenti, identificati o stabiliti nel territorio nazionale dovranno emettere fattura in esclusiva modalità elettronica. A stabilirlo è la Manovra 2018, Legge 27 dicembre 2017, n. 205, comma 909 – 3: ”Al fine di razionalizzare il procedimento di fatturazione e registrazione, per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato, e per le relative variazioni, sono emesse esclusivamente fatture elettroniche utilizzando il Sistema di Interscambio e secondo il formato di cui al comma 2.”
Restano fuori dall’obbligo esclusivamente i soggetti “minori”, ovvero i passivi che rientrano nel c.d. “regime di vantaggio” di cui all’art. 27, commi 1 e 2, del D.L. 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla Legge 15 luglio 2011, n. 111 [contribuenti minimi], e quelli che applicano il regime forfettario di cui all’art. 1, commi da 54 a 89, della Legge 23 dicembre 2014, n. 190” [contribuenti forfettari].
Tutto ciò, in parole povere, significa che a partire dal 1° gennaio 2019 le fatture che siamo abituati a conoscere, ovvero quelle emesse in formato cartaceo (o analogico), oppure in formato elettronico “libero da vincoli” (come nel caso di fattura emessa in pdf ed inviata sulla posta elettronica ordinaria del destinatario) sono destinate a scomparire.