Integrativa speciale: niente interessi e sanzioni a chi “corregge” le dichiarazioni

Con la nuova dichiarazione integrativa speciale prevista dal decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2019, niente interessi e sanzioni a chi “corregge” le dichiarazioni degli anni dal 2013 al 2016, ovvero quelle presentate entro il 31 ottobre 2017. L’integrativa speciale deve essere presentata entro il 31 maggio 2019. Tutti i vantaggi, confermati dal CNDCEC. […]